Fondo
Paola Padula
Data
20 settembre 1999
Persone
Cosimina Padula (sorella), Valerio (cognato), Roberto (nipote)
Testo sul Retro
Stampato: 20sett99_FOTO SHOP di MAGGIORELLI MARCO 9
Descrizione
Era il 20 settembre, ancora una giornata estiva, al rientro dal mare. Sono in auto con mia sorella Cosimina, il marito e il figlio Roberto, fuori c'era mia zia Teresa ma non è venuta nello scatto.

Fondo
Paola Padula
Data
anni '90
Luogo
Mesagne, via Guido Rossa, casa di famiglia
Persone
Dago (cane)
Descrizione
Il mio cane è salito su un auto che era ferma lì vicino casa di famiglia, dove si trova l'officina di mio fratello Vito.

Fondo
Paola Padula
Data
anni '90
Luogo
Rimini, Italia in miniatura
Descrizione
Io e mia sorella lavoravamo insieme in un albergo a Rimini, lei era in sala e nelle camere, io nelle camere e in cucina. In una giornata libera ne approfittammo per fare qualche giro e andammo a visitare l'Italia in miniatura.

Fondo
Paola Padula
Data
Carnevale 1989
Luogo
Mesagne, via Guido Rossa, casa di famiglia
Persone
Paola Padula
Testo sul Retro
Scritto a penna: carnevale 1989
Descrizione
La mia prima bicicletta, la parcheggiavo nella stanza da letto, avevo 21 anni. L'ho comprata con i miei soldi, mio fratello Antonio mi accompagnò a comprarla fuori Mesagne. L'ho usata tantissimo, c'ho fatto tanti chilometri, erano le mie gambe. Sia che lavoravo di giorno o di notte ci andavo sempre in bici.

Fondo
Paola Padula
Data
primi anni '50
Luogo
Milano
Persone
Concetta Franco (madre), Vincenzo Padula (padre)
Descrizione
I miei genitori si sono sposati all'inizio degli anni '50, e sono andati in viaggio di nozze a Milano, dove c'era Antonio, il fratello sarto di papà. I miei genitori hanno avuto momenti brutti e momenti belli, li ricordo in campagna in atteggiamenti dolci, si appartavano e papà massaggiava la mamma, quando litigavano però mio padre alzava le mani.

Fondo
Paola Padula
Data
primi anni '50
Luogo
Milano
Persone
Concetta Franco (madre), Vincenzo Padula (padre)
Descrizione
I miei genitori si sono sposati all'inizio degli anni '50, e sono andati in viaggio di nozze a Milano, dove c'era Antonio il fratello sarto di papà. I miei genitori hanno avuto momenti brutti e momenti belli, li ricordo in campagna in atteggiamenti dolci, si appartevano e papà massaggiava la mamma, quando litigavano però mio padre alzava le mani.

Fondo
Giovanni Plenilunio
Data
1981
Luogo
Firenze
Persone
a sinistra Giovanni Plenilunio, da destra il terzo è Nando Pagliara, all'estrema destra Franco (cognato di don Saverio)
Descrizione
Uno dei miei tanti viaggi fatti con la parrocchia di Santa Maria di Betlemme.

Fondo
Giovanni Plenilunio
Data
primi anni '80
Luogo
Venezia
Persone
da destra: Clelia Vitale (mamma), Margherita Plenilunio, Teresa (amica mamma), Valerio De Punzio (figlio di Teresa)
Descrizione
Viaggio a Venezia, forse con la parrocchia. I miei non viaggiavano molto. A volte andavano a Novara per lavoro, lì c'era la sede centrale del Latte Verbano.

Fondo
Carla Dimonte
Data
1987
Luogo
Mesagne, via Po, cortile casa di famiglia
Persone
Sonia (amica)
Descrizione
La mia amica Sonia viveva in Germania, l'estate con la sua famiglia tornava nella casa vicino alla nostra e passavamo molto tempo insieme. Ora la madre di Sonia è rientrata a vivere a Mesagne, mentre la mia amica è rimasta in Germania con il marito, anche lui mesagnese. Ancora adesso l'estate ci rivediamo e ricordiamo i giochi da bambine. Lei lì si trova bene ha un buon posto di lavoro. Io non riuscirei a staccarmi dalla mia famiglia, anche se tante volte ho fatto un pensiero ad andare via anch'io. Comunque non ho rimpianti io qui sto bene e mi fa piacere stare con i miei e aiutarli.

Fondo
Carla Dimonte
Data
primi anni '80
Luogo
Mesagne, Campagna Torricella, casa nonna paterna
Persone
Carla, Carmelo Lavino (cugino), Fabiola (sorella)
Descrizione
Siamo sulla prima auto di famiglia, una 127, quando ero piccola ricordo che amavo stare seduta al contrario per guardare dal vetro posteriore le altre macchine, e salutare insieme a mia sorella gli sconosciuti.

Fondo
Elisa Crastolla
Data
1980
Luogo
Parco Montè, Svizzera
Persone
Lucia (zia), Marilena (cugina)
Descrizione
Questa foto potrebbe averla spedita, all'interno di una lettera, mia zia Lucia dalla Svizzera. Ci teneva a inviare le foto a mia madre e alla nonna per far vedere come crescevano i figli. Qui ha in braccio mia cugina Marilena, adesso lei è venuta a vivere a Mesagne perché è molto legata al posto e ai nostri parenti, anche se al momento è disoccupata. Invece Fabio, suo fratello maggiore, è rimasto in Svizzera.

Fondo
Elisa Crastolla
Data
marzo 1971
Luogo
Mesagne
Persone
Lidia (zia)
Descrizione
Qui mia zia non era ancora partita per la Svizzera, in questo periodo lavorava in campagna. Poi ha scelto di andare via per trovare una situazione lavorativa migliore, infatti è diventata un'assistente sanitaria in una casa di cura ed è stata molto felice.
Note
La data "MAR 71" è stampata sulla cornice della foto

Fondo
Elisa Crastolla
Data
anni '80
Luogo
Mesagne, via Federico II Svevo
Persone
Elisa Crastolla, Patrizia Crastolla (sorella)
Descrizione
Io e mia sorella Patrizia, io sono la più piccola. È il giorno del matrimonio di mio zio Elio, per questo l'auto su cui siamo poggiate ha una decorazione floreale. Siamo vicino la chiesa dei Domenicani dove c'è il cinema Ariston.

Fondo
Elisa Crastolla
Data
11 giugno 1983
Luogo
Mesagne, via Catania
Persone
Elisa Crastolla, Elio (zio)
Descrizione
Sono in braccio a mio zio con cui ho sempre avuto un buon rapporto. È il giorno del mio primo compleanno.

Fondo
Elisa Crastolla
Data
1974
Luogo
Brindisi, porto
Persone
Rita Verardi (madre) e Patrizia Crastolla (sorella)
Descrizione
Mia madre e mia sorella stanno facendo una passeggiata a Brindisi, io ancora non ero nata. A Brindisi abita mia zia Antonia, sorella della mamma, quindi potrebbero essere andate in città per trovare la zia, un'abitudine che abbiamo sempre avuto. A me piaceva andare a Brindisi perché mi sembrava di vedere posti particolari, nuovi, il porto è molto bello.

Fondo
Alexa Carriero
Data
1942
Persone
Francesco Carriero (bisnonno paterno)
Foto Retro
1847
Testo sul Retro
In alto c'è il timbro: STAZIONE CARABINIERI REALI - MESAGNE. Il nome del documento è LASCIAPASSARE. Di fianco alla voce "a destinazione" c'è scritto a penna: Brindisi. E a seguire sono compilati a penna tutti i dati della persona a cui è rilasciato tale documento, che ha validità 3 giorni.
Descrizione
Fronte e retro del lasciapassare a destinazione Brindisi di mio bisonno paterno. Evidentemente nel 1942 per spostarsi da Mesagne a Brindisi bisognava passare da una dogana ed essere muniti di lasciapassare. Leggo che il documento era valido per tre giorni.

Fondo
Vito Perez
Data
anni '60

Fondo
Anna Chiara Campana
Data
1969
Luogo
Mesagne, campagna
Persone
Di spalle sulla destra Antonio Manzo (nonno), cognati del nonno.
Descrizione
La Fiat 500 bianca era di mia madre, nel '69 si era appena patentata.
Note
La Fiat 500 è targata 9512 BR

Fondo
Cosimo Serio
Data
anni '60

Fondo
Cosimo Serio
Data
anni '60

Fondo
Cosimo Serio
Data
anni '60

Fondo
Anna Lucia de Milito

Fondo
Anna Lucia de Milito
Data
anni '50

Fondo
Anna Lucia de Milito
Data
anni '30
Persone
Lucia Galasso (nonna materna)
Testo sul Retro
Scritto a penna: Lucia Galasso di Eugenio Tarantino

Fondo
Anna Lucia de Milito
Data
anni '20

Fondo
Anna Lucia de Milito
Data
anni '20

Fondo
Anna Lucia de Milito
Data
anni '30

Fondo
Giovanni Plenilunio
Data
martedì di Pasqua 1958
Luogo
Latiano, campagna
Persone
Clelia Vitale (mamma), Candido Plenilunio (papà)
Descrizione
Mio padre e mia madre il giorno di martedì di pasqua. Il motorino era di mio padre che lo utilizzava anche per lavoro. Quando ha cominciato a guadagnare un po' meglio si è comprato un Apecar usato da Caforio, che aveva la concessionaria della Piaggio, vicino all'ufficio postale e alla Porta Piccola . Ora non c'è più, al suo posto c'è un negozio di cinesi.

Fondo
Carla Dimonte
Data
aprile 1974
Persone
Anna Loredana Rizzo (madre), Antonio Di Monte (padre)
Descrizione
I miei genitori durante una passeggiata in campagna, mia madre era in attesa di mia sorella. Quella è la prima auto di famiglia, una 127, quando ero piccola ricordo che amavo stare seduta al contrario per guardare dietro dal vetro le altre macchine e salutare insieme a mia sorella gli sconosciuti. Mio padre ha la patente, mia madre no e se ne è pentita, io l'ho presa.
Note
Sulla cornice della foto c'è stampata la data: Apr 74

Fondo
Carla Dimonte
Data
1974
Luogo
Svizzera
Persone
Addolorata (zia paterna), Cosimo (zio paterno)
Descrizione
Gli zii di mio padre hanno vissuto in Svizzera, si sono trasferiti per lavoro. Una volta in pensione sono tornati a vivere a Mesagne.
Note
Sulla cornice della foto c'è stampata la data: Jun 74

Fondo
Elisa Crastolla
Data
anni '60
Luogo
Porto Cesareo/ Torre Lapillo
Persone
Rita Verardi (madre)
Descrizione
Mia madre non ha la patente, l'auto era del marito di sua sorella. Nemmeno mio padre, per il lavoro alla Nato mio padre veniva preso da un collega, si organizzavano per usare una sola auto. Anch'io non ho la patente, ho sempre tralasciato questa possibilità.
Note
Sullo sfondo si vede una pagliara. Una costruzione contadina fatta di paglia, un riparo estivo.

Fondo
Vito Perez
Data
24 agosto 1950
Persone
Donna Letizia Brandi (suocera)
Descrizione
Donna Letizia è stata la prima donna ad aver preso la patente a Mesagne, il 22 agosto del 1950. Donna Letizia era nata il 4 agosto del 1905.

Fondo
Anna Chiara Campana
Data
fine anni '60
Luogo
Mesagne, campagna
Fotografo
Marilena Manzo (mamma)
Persone
Famiglia Manzo, Ada Manzo (zia materna), Antonio Manzo (nonno materno), Angela Santoro detta “Nina” con il marito Vincenzo Caroli, altri prozii e cugini.
Descrizione
Scena di gruppo della famiglia di mia madre Maria Carmela Manzo, scattata in occasione della Pasquetta.

Fondo
Cosimo Serio

Fondo
Anna Lucia de Milito
Data
1 agosto 1942
Luogo
Mesagne
Testo sul Retro
Scritta a penna: 1-8-42 Mesagne
Descrizione
Nella famiglia di mia madre c'era dimestichezza con i cavalli, il fratello più grande del mio bisnonno Vito, Donato, sapeva anche domarli. All'epoca era normale avere gli animali, anche la zia aveva imparato a strigliare il cavallo.

Fondo
Titti Stoppa
Luogo
Mesagne, stazione ferroviaria
Persone
Adelaide Cervellera (madre)

Fondo
Antonietta de Bonis
Data
1953
Persone
Nicola Dello Monaco (marito)
Descrizione
Ha fatto il militare ad Udine e poi a Roma, era appassionato di moto. Papà è del 1934, è molto positivo, ha sempre avuto quel sorriso. È un papà cavaliere, il suo sorriso lo rendeva sempre molto gentile, era permissivo con noi, mia madre era più severa.
Note
La descrizione della foto è fatta da Simonetta Dello Monaco, figlia di Antonietta De Bonis.

Fondo
Anna Falces
Data
1966/1967
Luogo
Mesagne
Persone
Anna Falces
Descrizione
Qui poso per amici su una Bianchina. Allora mio padre aveva una macchina piccola, ma non ricordo quale fosse. Io ho preso la patente dopo essermi sposata, perché prima di allora mia madre me lo aveva sempre impedito, anche se mio padre avrebbe voluto. Nella sua mentalità era una cosa spiacevole che una donna guidasse l'auto.

Fondo
Lucia Franco
Data
anni '60
Luogo
Mesagne, Villa Pasimeni
Persone
Da sinistra il piede di Lucia (zia materna), Teresa (zia materna), Antonio (nonno materno), Susanna Pacciolla (nonna materna)
Descrizione
La nonna si chiamava Susanna Pacciolla, l'uomo in bici è il nonno Franco Antonio, sul manubrio della bici c'è lu panaru, quando raccoglieva frutta o verdura di stagione poi la portava ai Pasimeni in bici.